Celebrata la festività della nascita di San Giovanni Battista

Si è celebrata, sabato 24 giugno, la festività della nascita di San Giovanni Battista, in Cattedrale, dove è stata esposta la reliquia del Santo: il suo braccio destro che ha battezzato Gesù.

La preziosissima reliquia fu donata al Duomo di Siena il 6 maggio 1464 dal grande umanista senese Papa Pio II , il quale l’aveva ricevuta dal despota della Morea Tommaso Paleologo, in cambio di un aiuto nella riconquista del territorio preso dai Turchi Ottomani.

Nel 1482, per dare una dignitosa accoglienza alla reliquia, il Rettore dell’Opera del Duomo, Alberto Aringhieri, fece costruire una cappella intitolata a San Giovanni, dove ,più tardi , fu collocata la statua bronzea del Santo, opera di Donatello e furono eseguiti gli affreschi dal Pinturicchio.

La Parrocchia del Duomo ha celebrato la festa di San Giovanni Battista con un triduo di preparazione, nei giorni 21-22 e 23 giugno e sabato 24 giugno con le SS. Messe al mattino,alle ore 9-10, seguite dalla solenne celebrazione eucaristica alle ore 18.30, con la partecipazione di molti fedeli e parrocchiani.

Come di consueto, sono stati distribuiti i mazzolini di lavanda benedetta.

La lavanda, chiamata anche spigo, assomiglia alla spiga di grano, ma la sua fioritura è precedente.

A fine giugno la lavanda è in piena maturazione, mentre per la spiga di grano è ancora presto.

Simbolicamente il grano rappresenta Cristo e, per tradizione, leghiamo la figura di Giovanni, precursore di Cristo, alla spiga di lavanda che precede ed annuncia la fioritura della spiga di grano.

Author: Alberto Laschi

Condividi su