La Fraternita Laica Domenicana si è riunita per rinnovare le cariche

Il 9 ottobre scorso si è riunita, nei locali del chiostro di San Domenico, la Fraternita laica domenicana. E’ stato un incontro di particolare importanza, in quanto sono state rinnovate le cariche. Padre Alfredo Scarciglia, priore di San Domenico di Siena, ha presentato padre Antonio Cocolicchio, il nuovo assistente ecclesiastico e promotore delle Fraternite laiche all’interno della Provincia romana di Santa Caterina dell’Ordine dei Predicatori. Padre Antonio vive a Roma a Santa Maria sopra Minerva è esperto di Santa Caterina, è una persona preparata e a Roma, ricopre anche l’incarico di assistente ecclesiastico del gruppo romano dell’Associazione internazionale dei Caterinati. “Sono molto contento di iniziare il mio nuovo incarico proprio da Siena – ha detto padre Antonio –  la citta di Santa Caterina, che è anche patrona della Fraternita laica, Caterina è il modello del laico domenicano”. Padre Antonio poi ha continuato spiegando la regola del Terz’Ordine, che è approvata dalla Congregazione per la vita consacrata e svolge la sua attività sotto la direzione dell’Ordine domenicano. Il primo scopo che il Terz’Ordine si propone è la formazione dei laici, formazione che deve portare a legarsi all’Ordine domenicano. La differenza con i movimenti, le associazioni e le confraternite sta proprio qui, nel fatto che i membri delle Fraternite laiche si legano all’Ordine a tutti gli effetti, sono persone consacrate, da qui l’importanza di partecipare, quando è possibile, alle preghiere giornaliere della Comunità dei Padri, come i vespri, le lodi, l’adorazione eucaristica che a San Domenico c’è ogni primo giovedì del mese. Chi fa parte della Fraternita laica domenicana è formato in senso domenicano e porterà questa sua formazione nei vari ambiti della vita dove svolge la sua attività. Il terziario è colui che partecipa alla vita religiosa e apostolica dei frati. Il priore provinciale, attualmente padre Aldo Tarquini, nomina il promotore della famiglia domenicana, il quale anima e segue da vicino, il più possibile, l’attività delle varie Fraternite del territorio della Provincia religiosa. Egli ha anche il compito di promuovere incontri di studi, animare e seguire le fraternite, con apertura mentale, nel solco del magistero di Papa Francesco, nel quale si trova corrispondenza con l’insegnamento di Santa Caterina. “Sarà compito dell’Ordine promuovere di più il laicato, ha sottolineato padre Cocolicchio, anche per la carenza di vocazioni sacerdotali, la Chiesa ha bisogno di laici e di laici preparati”. La priora della Fraternita laica di Siena, dottoressa Giovanna Borgogni, ha illustrato l’attività di questa Fraternita sottolineando che questa è una Fraternita in crescita, con 8 novizi, si riunisce due volte al mese, il primo e il terzo lunedì del mese, dove il primo incontro mensile è dedicato alla formazione. Il programma di quest’anno ha come tema: “Beati coloro che ascoltano la Parola”. Mentre il secondo incontro mensile avrà come filo conduttore l’umiltà. Nelle prossime settimane è previsto un ritiro spirituale. La Fraternita laica di Siena ha anche un nuovo assistente ecclesiastico, è padre Alfred White, vice priore e vice parroco a San Domenico, sostituisce padre Reginaldo Sancez che lascia l’incarico dopo molti anni e che è stato ringraziato per il compito svolto fin qui. La riunione si è conclusa con un momento conviviale.

fraternità francescana

Author: Alberto Laschi

Condividi su