18 Novembre Giornata Mondiale dei Poveri

<Questo povero grida e il Signore lo ascolta>è il motto della Giornata Mondiale dei Poveri celebrata domenica 18 novembre.

Le parole del Salmo (34,7) diventano nostre quando non chiudiamo gli occhi  davanti ai tanti fratelli e sorelle che vivono le diverse condizioni di sofferenza ed emarginazione.

Papa Francesco ,nel suo messaggio per questa giornata, ha sottolineato tre verbi: gridare, rispondere, liberare.

Gridare: è il grido di Bartimeo, il “grido che attraversa i cieli e raggiunge Dio” ed allo stesso tempo interpella la coscienza di ogni uomo.

Rispondere: il Signore non solo ascolta il grido del povero, ma risponde con il suo amore, compiendo “un intervento di salvezza per curare le ferite dell’anima e del corpo, per restituire giustizia e per aiutare a riprendere la vita con dignità”.

Liberare: “la prigionia della povertà viene spezzata dalla potenza dell’intervento di Dio”.

Il Signore apre i nostri occhi ed il nostro cuore alla conversione, è Lui che ci avvicina  ai poveri. E i poveri ci evangelizzano. L’invito del Pontefice è stato di fuggire da ogni protagonismo e di donare quell’amore che sa nascondersi e dimenticare il bene fatto.

Giornata dei poveri all’insegna della gioia- dice il Santo Padre-, sentendoci debitori  nei loro confronti; con questo spirito ha esortato sacerdoti, diaconi, comunità ad attuare iniziative a livello diocesano e parrocchiale.

Anche la nostra Diocesi ha celebrato questa giornata in vari momenti, nei diversi centri Caritas attivi nel nostro territorio (Siena, Colle val d’Elsa, Poggibonsi, Taverne e Monteroni d’Arbia)  in collaborazione con la Misericordia e altre istituzioni.

Varie iniziative hanno avuto luogo nel territorio della diocesi. Ad Arbia, sabato 17 novembre alle ore 21 si è svolto un incontro di preghiera con Adorazione Eucaristica  nella chiesa di  Maria Madre della Tenerezza. A Poggibonsi domenica 18, alle ore 11.15 presso la Parrocchia dello Spirito Santo, Monsignor Arcivescovo Antonio Buoncristiani ha celebrato la S. Messa, seguita da un  “pranzo in amicizia” con i poveri, presso i locali della parrocchia di San Giuseppe. Sempre a Poggibonsi vi sono stati vari momenti organizzati da Caritas Diocesana, grazie alla collaborazione del  direttore, diacono Giovanni Tondo, dei volontari e dei parrocchiani.