Arcivescovi Emeriti

Sua Eccellenza Reverendissima

Monsignor Antonio BUONCRISTIANI

Arcivescovo Metropolita Emerito di Siena – Colle di Val d’Elsa – Montalcino
(2001-2019)

CONTATTI

Residenza: via Paolo Mascagni, 38 – 53100 Siena (SI)
E-mail: antonio.buoncristiani@arcidiocesi.siena.it

Nato a Cerreto di Spoleto (PG) il 20.12.1943, è stato ordinato Presbitero per la Chiesa di Foligno il 13.07.1968, dopo aver compiuto i suoi studi come alunno dell’Almo Collegio Capranica in Roma.

In quello stesso anno ha conseguito la Licenza in Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana dove, successivamente ha ottenuto anche la Licenza in Scienze Sociali. Ha completato i suoi studi con la Laurea in Diritto Canonico presso la Pontificia Università Lateranense e con quella in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Perugia.
Durante i lunghi anni di studio ha svolto sempre incarichi pastorali nella Diocesi di Foligno, come parroco, segretario della Visita Pastorale e del Sinodo.
Dopo essere stato anche alunno della Pontificia Accademia Ecclesiastica, nel 1976 è entrato nel servizio diplomatico della Santa Sede, ricoprendo l’incarico di Segretario di Nunziatura prima in Costa Rica (America Centrale) e poi in Zambia e Malawi (Africa).
Nel 1981, richiamato dal Vescovo Mons. Giovanni Benedetti è rientrato in Diocesi con il permesso del Santo Padre, è stato nominato Vicario Generale della Diocesi di Foligno svolgendo contemporaneamente vari incarichi pastorali a livello regionale e nazionale. In quello stesso periodo ha insegnato Sociologia e Psicologia della Religione presso l’Istituto Teologico e l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Assisi.
Il 22.07.1994 è stato nominato Vescovo della Diocesi Suburbicaria di Porto – Santa Rufina, ricevendo l’ordinazione episcopale dal Card. Agostino Casaroli nella Cattedrale di Foligno l’1.10.1994 e facendo il suo ingresso a Porto – Santa Rufina il 23.10.1994.
Negli anni 1997-1999 ha ricevuto l’incarico di Delegato Pontificio della Società San Paolo, con particolare riferimento ai Periodici Paolini.
Nella C.E.I ha presieduto il Comitato per l’Edilizia di Culto ed è stato membro della Commissione Episcopale per i Problemi Giuridici.
Il 23.05.2001 è stato promosso Arcivescovo Metropolita di Siena – Colle di Val d’Elsa – Montalcino. Ha iniziato il suo ministero pastorale in Diocesi il 24.06.2001.
In seno alla Conferenza Episcopale Toscana è stato Vice Presidente, Delegato per la Pastorale della Salute e Presidente della Commissione Episcopale del Pontificio Seminario Regionale “Pio XII” di Siena.
Termina il suo mandato il 6.05.2019, per raggiunti limi di età, venendo nominato Amministratore Apostolico fino al 16.06.2019, data della presa di possesso canonico dell’Arcidiocesi da parte del suo successore.

STEMMA

Nella parte superiore dello scudo è raffigurato un giogo: rappresenta le origini familiari del vescovo da un paesello montano alle pendici del monte Jugo, dove anticamente era il castello longobardo dei signori del luogo; soprattutto è simbolo della volontà di Dio e dell’annoverarsi tra i discepoli del Signore (“Prendete il mio giogo sopra di voi e diventate miei discepoli”); manifesta anche il proposito della collaborazione pastorale, indispensabile nel servire la Chiesa. Nella parte inferiore sono raffigurati il giglio simbolo della Città di Foligno (da cui mons. Buoncristiani proviene, e dove è stato Vicario Generale), e l’immagine del Buon Pastore, tratta da un sarcofago del IV secolo proveniente da scavi archeologici dell’antica diocesi di Porto (di cui mons. Buoncristiani è stato ordinato vescovo). Il motto è tratto dalla Lettera di S. Paolo ai Galati: “Fides per caritatem”. Sono le stesse parole usate nello stemma di mons. Giovanni Benedetti (attuale vescovo emerito di Foligno) e desiderano esprimere una continuità ideale con il suo episcopato.

Sua Eccellenza Reverendissima

Monsignor GAETANO BONICELLI

Arcivescovo Metropolita Emerito di Siena Colle di Val d’Elsa – Montalcino

CONTATTI

Residenza: Santuario della Madonna dei Campi
Via del Santuario, 49 – 24040 Stezzano (BG)
Tel. e Fax: 035.4379307

Nato a Vilminore di Scalve, in provincia di Bergamo, il 13 dicembre 1924. Ha frequentato le scuole elementari nel paese natale.
Nel 1935 manifesta l’intenzione di voler diventare sacerdote ed inizia a frequentare il seminario presso la Villa “Beato Barbarigo” a Clusone. Nel 1938 prosegue gli studi presso il Seminario diocesano di Bergamo.
Il 2 agosto 1948 è ordinato diacono dal vescovo Adriano Bernareggi.
Il 22 maggio 1948 viene ordinato presbitero, nella cattedrale di Bergamo ed è nominato Vicario Parrocchiale di Almenno San Salvatore.
Nel 1951, è studente all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 1954 al 1955 frequenta i corsi di sociologia religiosa all’Università della Sorbona a Parigi. Si laurea in Scienze politiche e sociali alla Cattolica.
Tornato nella Diocesi di Bergamo, viene nominato direttore dell’ufficio sociologico e statistico della diocesi. Nello stesso anno diventa aiuto assistente delle ACLI. In seguito alla nomina a viceassistente delle ACLI, si trasferisce a Roma.
Nel 1965 diventa Direttore nazionale delle Opere per l’emigrazione ed il turismo.
Nell’ottobre 1972 è nominato segretario aggiunto della Conferenza Episcopale Italiana
Nel febbraio 1973 è nominato Direttore dell’Ufficio delle comunicazioni sociali della stessa conferenza.
Il 10 luglio 1975 papa Paolo VI lo nomina vescovo ausiliare di Albano e vescovo titolare di Musti; il 26 agosto successivo riceve l’ordinazione episcopale, nella cattedrale di Bergamo, dal cardinale Antonio Poma. L’11 giugno 1977 lo stesso Papa lo nomina vescovo di Albano.
Il 28 ottobre 1981 papa Giovanni Paolo II lo nomina ordinario militare per l’Italia ed Arcivescovo titolare di Italica.
Il 14 novembre 1989 lo stesso papa lo nomina arcivescovo metropolita di Siena-Colle di Val d’Elsa-Montalcino. Il 14 gennaio 1990 prende possesso dell’Arcidiocesi.
Il 23 maggio 2001 papa Giovanni Paolo II accoglie la sua rinuncia, presentata per raggiunti limiti di età; gli succede Antonio Buoncristiani. Rimane amministratore apostolico dell’arcidiocesi fino all’ingresso del successore, avvenuto il 24 giugno seguente.
Si ritira presso la casa del pellegrino attigua al santuario della Madonna dei Campi di Stezzano.

Preferenze Privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano archiviate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.