Bambini al pianoforte

20190525_173518_resized

Artisti in erba si sono esibiti al pianoforte nella chiesa di Santa Maria della Visitazione, cappella della Polizia di Stato, sabato 25 maggio alle ore 16.30.
Tanti bambini e ragazzi, accompagnati dai loro familiari e guidati dal M° di musica Luca Taddei, hanno affollato la chiesa, dove il cappellano della Polizia, don Emanuele Salvatori ed il vice-questore Francesco Barba li hanno accolti con i loro saluti.
Brevi saggi musicali classici sono stati eseguiti con autentica precisione e vero talento dai bambini, alcuni piccolissimi, tutti allievi della Scuola di musica <metodo Suzuki> di Siena.
Il metodo Suzuki è una filosofia educativa musicale elaborata dal violinista giapponese Shinichi Suzuki nella prima metà del XX secolo.
Si basa sull’offerta di stimoli da fornire all’ambiente in cui i giovanissimi vivono, in maniera che essi possano sviluppare contemporaneamente sia la maturità artistica sia la moralità ed il carattere.
<Voglio creare bravi cittadini. Se un bambino ascolta buona musica dal giorno della sua nascita ed impara a suonarla da solo, allora svilupperà sensibilità, disciplina e pazienza. Ed otterrà uno splendido cuore> (Shinichi Suzuki)
Considerato che l’arte è legata alla più profonda essenza della persona, l’inventore di tale metodo ha dimostrato di poter far apprendere la musica attraverso l’imitazione, la simulazione, grazie all’ascolto ed alla ripetizione continua di frammenti musicali. Un metodo che, indubbiamente, richiede massimo impegno da parte degli allievi, dei genitori ed insegnanti, un metodo che, tuttavia, come abbiamo constatato, può dare ottimi risultati.

Preferenze Privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano archiviate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.