CARITAS DIOCESANA: NEI MESI DI LUGLIO E AGOSTO EROGATI 3600 PASTI E 200 PACCHI VIVERI

Caritas-Siena-la-solidarieta-non-va-in-vacanza-anzi-si-potenzia_articleimage

Nei mesi di luglio e agosto 2022 la Caritas diocesana di Siena-Colle di Val D’Elsa-Montalcino ha garantito 24 ore su 24 i vari servizi alla persona. In particolare sono stati erogati una media di 60 pasti al giorno nelle mense di via dei Servi e di Via Mascagni. Un totale di circa 3600 pasti completi fino ad oggi.
Sono questi i dati diffusi oggi dalla Caritas diocesana di Siena-Colle di Val D’Elsa-Montalcino in merito alle attività svolte nel periodo estivo (mesi di luglio e agosto 2022).
Sempre aperte, due volte a settimana, le docce con il cambio della biancheria intima. Sul versante dell’alimentazione la Caritas ha stretto anche nuovi accordi per garantire una corretta alimentazione a base di frutta e verdura fresca.
Inoltre, è proseguita la distribuzione di 200 pacchi viveri soprattutto a famiglie fragili e, in collaborazione con il Comune di Siena, i volontari Caritas hanno assistito gli utenti per la compilazione delle domande per i buoni spesa, contributo affitto e per gli alloggi di emergenza.
Importanti anche gli interventi di emergenza per il pagamento di bollette e rate di affitto per 35 nuclei familiari per una spesa totale di 9831 euro.
Sul tema ospitalità sono state accolte di 6 persone sfrattate e 4 nuclei familiari con le abitazioni inagibili. Particolare attenzione anche all’universo femminile con l’accoglienza di una donna in codice rosa ed un‘altra alla fine del percorso alla quale è stato garantito un alloggio definitivo.
Anche per una donna senza fissa dimora con gravi problemi di salute di salute è stato realizzato, con i servizi sociali, un percorso certo per il ricovero in ospedale.
Ma l’attività della Caritas in tale contesto non si è limitata solo assistenza, ma con i fondi dell’8XMille, sono state messe a disposizione tre borse lavoro per donne che avevano avuto difficoltà ad inserirsi in ambito lavorativo.
Sul versante dell’accoglienza: prosegue il sostegno alla famiglia del piccolo Mustafa in vista del trasferimento a Budrio; grazie alla sinergia con l’AOS sono continuate le visite in ospedale ai bambini ucraini disabili ospitati a Montarioso con le loro mamme e nei prossimi giorni verranno portati al mare per alcuni giorni di vacanza.
Inoltre, la Caritas ha sempre preso parte ai Tavoli in Prefettura dove è stata posta come priorità il problema di salute e il collocamento notturno di giovani pakistani che si rivolgono alla Questura di Siena per il riconoscimento dello status di rifugiati. Grazie a questa sinergia è stato ottenuto, dalla scorsa settimana in collaborazione con il distretto di zona, che la responsabile delle cure primarie la dott.ssa Francesca Leoncini potesse visitarli presso la mensa per valutare i casi più gravi. Ad oggi sono state svariate le visite con l’invio di alcuni in ospedale per accertamenti più approfonditi e ricoveri. Otto di loro, dimessi dall’ospedale, con patologie particolari sono stati ospitati alle Tolfe in attesa dell’ingresso nei Cas.

Preferenze Privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano archiviate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.