QUERCEGROSSA (SI): DIMESSO ANCHE IL SECONDO SACERDOTE VITTIMA D’INTOSSICAZIONE

quercegrossa

Anche il secondo sacerdote che era rimasto intossicato lo scorso 11 gennaio nella parrocchia di Quercegrossa è stato dimesso. Don Oscar Ziliani ha infatti lasciato questa mattina l’ospedale di Grosseto e, accompagnato dalla sorella e dal cognato, ha fatto ritorno a Sala Marasino (BS), suo paese natale, dove trascorrerà un periodo di riposo.

Prima di ripartire, però, è voluto passare a Quercegrossa, per salutare il parroco don Alessandro Galeotti e ringraziarlo per l’attenzione e le preghiere di queste due settimane.

Ha promesso che quando si sarà ristabilito del tutto tornerà per incontrare la comunità parrocchiale e l’Arcivescovo per ringraziarli del grande affetto e il sostegno ricevuto durante la degenza in ospedale.

L’altro sacerdote che era rimasto intossicato, anche se in maniera più leggera, don Ermanno Magnolini, è tornato a casa già lo scorso 14 gennaio, riprendendo dal giorno successivo a dire Messa nelle sue parrocchie di Berzo Demo (BS) e Monte di Berzo (BS).


Per ringraziare della guarigione di entrambi i sacerdoti, don Galeotti e il consiglio pastorale della parrocchia di Quercegrossa hanno deciso di celebrare una Messa il prossimo 6 febbraio alle ore 18. Al momento, i locali della parrocchia dove è avvenuta l’intossicazione sono ancora sotto sequestro, in attesa dell’ispezione per indagare sui motivi dell’accaduto.

Preferenze Privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano archiviate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.