Festeggiamenti per la Madonna Assunta “Advocata Senensium”

Manara

Con il Palio del 16 agosto, dedicato alla Madonna Assunta in Cielo, Patrona e Regina della nostra città e la bella vittoria al fotofinish del bravissimo Remorex, il cavallo scosso della contrada della Selva, si è conclusa la stagione paliesca con tutti i riti secolari che la contraddistinguono.
Grande l’entusiasmo del popolo di Vallepiatta che si è aggiudicato lo stupendo <cencio> di Milo Manara, ricondotto in Duomo per intonare il Maria Mater gratiae, alla presenza dei dirigenti, del Correttore, Monsignor Giuseppe Acampa e dell’Arcivescovo Monsignor Augusto Paolo Lojudice, osservatore attento di tanto giubilo.
Si è rinnovata ancora una volta la tradizione, che scaturisce da un’antica fede, di un sentito omaggio a Maria, <Advocata Senensium>, iniziata con la novena in Cattedrale, curata dal Comitato del Cero, davanti alla sacra immagine della Madonna del Voto, posta sull’altar maggiore.
Ai vari momenti liturgici, S. Rosario, SS. Messe vespertine, hanno partecipato, anche quest’anno, tanti fedeli, uniti nella preghiera alla Vergine, che, da sempre, ha dimostrato la sua protezione ed il suo amore per il popolo senese.
Il consueto Corteo dei Ceri e dei Censi del 14 agosto per le vie cittadine, che si tramanda fin dal XIII secolo, con l’offerta dei ceri alla Vergine da parte del Comune e dei bambini delle Contrade, accompagnati dai loro Correttori, ha rappresentato, come sempre, un appuntamento partecipato e commovente della festa mariana.
“Con emozione vivo questo momento perché capisco una volta in più quale è la forza del popolo senese, il suo grandioso passato, ma anche il presente ed il futuro rappresentato dai bambini che sono qui, un grande momento di tradizione e fede. ” ha detto, ricevendo in Duomo il popolo ed i piccoli contradaioli, Monsignor Arcivescovo Augusto Paolo Lojudice, al suo secondo Palio,il primo dell’Assunta.
Ed ha concluso con un abbraccio ed un grazie a tutti, alle Autorità civili e militari, ai senesi, in particolare ai più piccoli, tanto amati da Gesù da chiederci di diventare come loro, umili e docili alla volontà del Signore, bambini che, “offrendo l’omaggio a Maria, ci insegnano il dono gratuito, la semplicità, l’accoglienza dell’altro.”
Durante la solenne Messa del 15 agosto, celebrata in Cattedrale, alle ore 10, alla presenza delle massime personalità cittadine, Monsignor Augusto Paolo Lojudice, dopo il saluto rivolto al popolo senese, alle Autorità, alle Contrade, all’Arcivescovo emerito Monsignor Antonio Buoncristiani, ha sottolineato la solennità dell’Assunta come festa di una comunità che desidera un futuro serio e dignitoso ed ha richiamato tutti a non dimenticare la Madonna Assunta in Cielo.
Maria è, infatti, Colei che può far sì che <forza ed armonia in questa città, ricca di tradizioni, possano permanere e portarci alla realizzazione del bene che tutti desideriamo nella vita terrena ed in quella eterna>. La Madonna ci aiuta a superare i momenti di difficoltà, se invocata con fede , ed è proprio Lei la nostra speranza. Che per intercessione della sua Patrona, la città di Siena, possa conservare le sue migliori tradizioni civili e religiose ed acquisire uno stato di laboriosa serenità finalizzato al bene comune.

Benedizione del Palio – Assunta 2019

 

 

Preferenze Privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano archiviate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.