Oratorio della SS. Trinità in Valdimontone

Cattura

La chiesa della Santissima Trinità, di proprietà dell’omonima Compagnia laicale, utilizzata come oratorio della Contrada di Valdimontone, è uno dei gioielli più belli dell’arte senese, per la ricchezza di affreschi, pitture, sculture e stucchi presenti al suo interno.
L’aspetto attuale dell’oratorio, di origine trecentesca, si deve al rifacimento intrapreso a partire dall’inizio del Cinquecento, e protrattosi per quasi due secoli.
Vi sono conservate importanti opere d’arte tra cui un bellissimo Crocifisso in bronzo datato 1576, opera di Prospero Antichi, detto il Bresciano e una tela con dolenti di Alessandro Casolani, posta come sfondo del Crocifisso e realizzata nel 1587. Al di sotto la Madonna del Buon Consiglio, patrona della Contrada, opera anonima del XVIII secolo.
Dalla sinergia tra Confratelli della Compagnia laicale e la Contrada del Valdimontone è scaturita l’opera di restauro relativa alle tele ed al Crocifisso dell’altare, affidata alla sapiente direzione del professor Alessandro Bagnoli.
Sabato 12 gennaio, di fronte ad un numeroso pubblico, sono stati presentati i lavori effettuati. Il Priore della Santissima Trinità, Luigi Monciatti, ha avuto parole di riconoscenza per tutti coloro che, con competenza ed impegno, hanno permesso la realizzazione dei restauri; è seguita la presentazione di un video sulle varie fasi di esecuzione dei lavori e la relazione del professor Bagnoli.
Il relatore si è soffermato ad illustrare il Crocifisso bronzeo, portato in processione, pare, dalla chiesa di San Martino e collocato sull’altare nell’anno 1577. Rilevante la cura messa dall’artista nei particolari del Cristo, l’arte emotiva propria della fine del ‘500 che caratterizza un uomo in croce non astratto, ma reale, umano.
Anche del Casolani, uno dei maggiori pittori senesi del tardo ‘500, il Bagnoli ha sottolineato “l’ affettuosità”, colta , ad esempio, nel senso del dolore espresso dalla raffigurazione di Maria ai piedi della Croce.
Il restauro, dal punto di vista tecnico, è stato interessante, senza momenti critici, essendo le opere in discrete condizioni, – ha affermato il relatore-, ringraziando sentitamente quanti lo hanno supportato nel suo compito, in particolare i Confratelli e l’ex Priore della Compagnia della Santissima Trinità, dottoressa Lucia Baldi, per la sua continua e premurosa attenzione.
Al termine della cerimonia inaugurale, ha avuto luogo un concerto, offerto dai Medici con l’Africa (CUAMM), eseguito dalla “Orchestra Cave Notas” che ha registrato calorosi applausi da parte dei convenuti.

Preferenze Privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano archiviate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.